• Studio Odontoiatrico Russo

  • Studio Odontoiatrico Russo

L’ IMPLANTOLOGIA è quella branca dell’odontoiatria moderna che si occupa della sostituzione dei denti mancanti mediante l'utilizzo degli impianti.

L’impianto è una “vite” in titanio, normalmente di forma simile a quella di una radice dentaria, che viene inserita, con un intervento in anestesia locale,nella mandibola o nel mascellare superiore. Una volta inserito l’impianto, prende avvio un processo di guarigione che porta alla sua integrazione nell’osso detto osteointegrazione , le cellule ossee infatti aderiscono intimamente alla superficie dell’impianto determinando una sorta di “fusione” tra titanio e osso.E’ necessario attendere da tre a sei mesi prima di protesizzare gli impianti. In alcune condizioni, tuttavia, l’impianto o gli impianti possono essere protesizzati anche contestualmente al loro inserimento nella compagine ossea (Carico Immediato). In base alle indicazioni e al quadro clinico è possibile inserire uno o più impianti creando, quindi, le premesse per l’applicazione di una corona singola o di un ponte, più o meno esteso in base al numero di impianti inseriti .Gli impianti possono anche rappresentare un’ottima strategia di trattamento nei soggetti che non abbiano più denti ,potendo infatti costituire un valido ancoraggio per protesi totali di vario tipo.

implantologia

L’Implantologia è una tecnica chirurgica che consente un elevato grado di successo, ma che può avere diverse controindicazioni assolute o relative.

Queste controindicazioni possono riguardare la quantità   e la qualità di osso disponibile, la presenza di malattie croniche o degenerative che sconsigliano l’uso di impianti o alcuni stili di vita come, per esempio, il fumo che riduce sensibilmente la percentuale di successo.

Risposte precise sull’opportunità di una terapia implantare nel proprio caso specifico potranno essere fornite dal dentista.

implantologia dentale

Una scrupolosa igiene della bocca è essenziale per la buona riuscita di un trattamento impiantare , dalla semplice sostituzione di un solo dente alla riabilitazione più complessa. La causa più frequente di fallimento del trattamento impiantare è la perimplantite ossia l’infiammazione dei tessuti , osso e gengiva, intorno all’impianto.

La perimplantite può essere precoce , entro 30 giorni dall’inserimento dell’impianto, o tardiva dopo mesi o anni. In entrambi i casi un ruolo determinante lo svolge la scarsa igiene domiciliare ma anche la non corretta tecnica di esecuzione dell’intervento o una protesizzazione inadeguata. stesso.

Sono necessari quindi controlli periodici dal dentista e una scrupolosa igiene orale domiciliare e professionale.

 

Share by: